Focus Associazioni

Detrazioni 2018: confermato l’ecobonus per le pompe di calore, per caldaie a condensazione e a biomassa si scende al 50%

Legge di Bilancio 2018, pubblicata la prima bozza. Fino al 31 Dicembre 2018 sarà possibile sfruttare gli incentivi del 65%

La prima bozza di Legge di Bilancio 2018 sembra confermare la proroga di detrazioni (50% per le ristrutturazioni edilizie) ed ecobonus (65% per gli interventi di riqualificazione energetica).
 
Sarà possibile quindi, fino al 31 Dicembre 2018, sfruttare gli incentivi fiscali del 65% per l’installazione di un impianto a pompa di calore in sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente; per l’installazione di pannelli per l’acqua calda o per altri interventi sull’involucro.
 
L’Ecobonus, inoltre, sarà ancora applicabile alle pompe di calore, in particolare agli interventi di riqualificazione energetica svolti su edifici di qualsiasi categoria catastale, purchè esistenti e dotati di impianto di riscaldamento.
 
Per accedere alle detrazioni è necessario che si tratti di sistemi ad alta efficienza e che la loro installazione costituisca sempre una sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente.
 
Il prossimo anno scenderà, invece, dal 65% al 50%, la detrazione per interventi di sostituzione di infissi e schermature solari, e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale tramite caldaie a condensazione e a biomassa.
 
Verrà, inoltre, istituito un fondo di garanzia per consentire l’accesso al bonus anche alle famiglie a basso reddito, e verranno aggiornati i requisiti tecnici minimi che gli interventi di efficientamento energetico devono avere.
 
Clicca qui per scoprire tutti i dettagli della Legge di bilancio 2018.
Articolo: Detrazioni 2018: confermato l’ecobonus per le pompe di calore, per caldaie a condensazione e a biomassa si scende al 50%
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.