Seguici su:

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Google+
  • YouTube

E' il tuo primo accesso su ExpoClima? Registrati subito

recupera password

Cerca

Elenco Focus > Categoria: Associazioni

Decreto rinnovabili: previsto un incentivo per la produzione di energia elettrica da impianti geotermici



  • Stampa

06 Aprile 2012

06/04/2012 – Nella nuova bozza di decreto sugli incentivi per le rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico è stato raggiunto l’accordo tra il ministero dello Sviluppo economico e quello dell’Ambiente con l’obiettivo di favorire un approccio alla crescita più virtuoso.

Il nuovo testo si dimostra più generoso nei confronti di biomasse, geotermico e idroelettrico fissando al 30-35% l’obiettivo di energia elettrica da fonti rinnovabili al 2020.

Ai nuovi settori non si applica la soglia dei 5 mila kW di potenza soglia, ma si applica la soglia di 20.000 kW. Vengono inoltre aumentati i contingenti annui fissati nel periodo 2013-2015 nei casi in cui l’iscrizione è obbligatoria per accedere agli incentivi, passando da 22 a 145 MW per le biomasse, da 23 a 35 MW per il geotermico e da 45 a 55 per l’idroelettrico.
L’iscrizione ai registri è obbligatoria anche per gli impianti alimentati da rifiuti solidi urbani a valle della raccolta differenziata.

Al GSE – Gestore dei Servizi Energetici le aziende dovranno versare un contributo di cinque euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto fino a 20 kW. Per ogni kW successivo dovrà essere versato un contributo di due euro.
Da luglio dovranno invece versare un contributo di 0,1 centesimi per ogni kW di energia incentivata che servirà per finanziare le spese di verifica  e controllo effettuate dal GSE.


© Riproduzione riservata

Ritorna all'elenco focus »

Inserisci un commento a questo articolo

  • Condizionamento
  • Refrigerazione
  • Riscaldamento
  • Rinnovabili

Padiglioni:

In questo focus
Tag:
Media:

Richiedi info su questo focus